Replica alle dichiarazioni del Sindaco di Villafranca sulla costruzione del Palasport

Replica alle dichiarazioni del Sindaco di Villafranca sulla costruzione del Palasport

 

Non possiamo non replicare alle  demenziali  dichiarazioni del Sindaco di Villafranca in merito alla scelta di costruire il Palasport.

E’ singolare, questo sì, che l’Ing.Cerutti sia privo di buon senso  e di  buona amministrazione per la smania di voler conferire nuovi incarichi di progettazione e di commissionare ad imprese (magari imprese amiche) la realizzazione di impianti fotovoltaici.

1) E’ falso, assurdo e contraddittorio scegliere di mettere in vendita le Piscine comunali (nelle quali l’Amm.Barani aveva investito parecchie risorse) raccontando la favola del debito di bilancio e contestualmente accendere un mutuo di 1 milione 550 mila euro per costruire nelle vicinanze un nuovo Palasport. Con la metà di questi soldi si può ristrutturare la Piscina coperta riconvertendola in Palestra comunale;

2) La si vuol costruire nuova, di sana pianta?  Bene, nessuno nega che a Villafranca ci sia bisogno di una  Palestra ( che con 700-800 mila euro si costruisce). Tutti i cittadini di buon senso  capiscono che è assurdo, che è uno spreco spendere precisamente il doppio (1milione 550 mila) per un Palazzetto dello sport  che non è “un genere di prima necessità” e che non ci possiamo permettere. E’ più che sufficiente una bella Palestra .

3) A proposito, se fosse vero che ce lo possiamo permettere, Cerutti e compagni stanno mentendo ai cittadini.  Perché  non può essere vero che il Comune è indebitato, che l’Amm. Barani ha lasciato un buco, che il bilancio è dissestato, e così via,  se poi ci si può permettere il lusso di una cosa al di sopra della nostra portata.      Delle due, l’una.

4) Siamo d’accordo che molti villafranchesi attendono uno spazio polivalente e multifunzionale, ma che sia  dimensionato alle nostre possibilità e alle nostre risorse.

5) Mentre si pensa di vendere l’ ex- Convento Fatebenefratelli di Filetto e il complesso del Villasport, mentre la costruzione delle nuove scuole Medie è bloccata a causa della variazione progettuale imposta da Cerutti, mentre il nuovo Liceo Scientifico rimarrà per parecchi anni opera incompiuta per l’incapacità di Cerutti e compagni di trattenere i finanziamenti, mentre succede tutto questo l’Amm. Villafranchese cosa fa?  Pensa alla costruzione del Palazzetto dello Sport che trasformerà l’acqua piovana in acqua potabile! Roba da manicomio! E l’autovelox ? Disattivato fin dal mese di Agosto da un’Ordinanza prefettizia, verrà trasformato in una torre eolica per la produzione di energia elettrica?

6) Ma nella “green economy” di Cerutti, tutto è possibile. Soprattutto è possibile convivere con un palese conflitto di interessi tra la sua professione di Tecnico Ingegnere e la carica di Sindaco che lo porta costantemente ad essere “controllore” e “controllato”.

L’opposizione consigliare

On. Lucio Barani  –  Cons. Roberto Malaspina