Montignoso: Il documento di VAS boccia una variante

Montignoso: Il documento di VAS boccia una variante

Nel consiglio comunale di lunedì scorso sono state approvate 9 varianti agli strumenti urbanistici per permettere lo sviluppo di alcune attività produttive. Il consigliere comunale del carroccio Andrea Cella, ha espresso parere contrario a due proposte e precisa:

<< Quando c’è in gioco il rischio ambientale, non si scherza. Il documento di Valutazione Ambientale Strategica (V.A.S.) redatto dagli uffici tecnici comunali parla chiaro per quelle proposte, dicendo espressamente che parte dell’intervento edificatorio ricade in zona ad ELEVATA PERICOLOSITA’ IDRAULICA. Inoltre, per uno dei due interventi è previsto l’abbattimento di parte di un uliveto storico, e non è specificato che genere di attività si voglia sviluppare nella zona. La Lega Nord non è contraria a dare respiro alle attività produttive, ma a tutto c’è un limite; la proposta non ha superato positivamente l’esame di V.A.S. nonostante l’amministrazione comunale abbia voluto dimezzare da 4000 a 2000 la metratura edificatoria richiesta dal privato. Non è una questione politica: ritengo semplicemente sbagliato e non necessario rischiare fino a questo punto. In quella zona c’era un comparto che era stato concesso più di un decennio fa ma non è mai stato realizzato. Oggi abbiamo strumenti di analisi del territorio migliori, che ci dicono che è un rischio costruire ancora lì. L’amministrazione ha preso una decisione incomprensibile, che non ci vede d’accordo e che mi ha costretto a dover votare contro all’intero procedimento che comprende anche altre varianti. Giudico invece positivamente il lavoro svolto per le altre proposte, che potranno portare nuovi posti di lavoro sul territorio montignosino e per le quali il documento di V.A.S. ha dato una valutazione finale ben diversa. >>.