Il vento delle elezioni sposta i fondi per i danni idrogeologici

Il vento delle elezioni sposta i fondi per i danni idrogeologici

Il consigliere comunale montignosino della Lega Nord, Andrea Cella, esprime la sua delusione per i recenti provvedimenti regionali :<< L’effetto elezioni comunali a Massa si fa sentire: la Regione si è completamente scordata dei danni inferti dalle recenti piogge alle strade di Montignoso. Danni amplificati dai pessimi lavori di messa in “sicurezza” appaltati dalla Provincia sulla strada provinciale n°1. Non possiamo che constatare il disinteresse delle “alte” sfere verso il nostro Comune, i cittadini sono stufi di questa gestione cieca e irresponsabile dei soldi delle loro tasse! La situazione è da Class Action contro la Regione Toscana, spero che vengano date risposte concrete al Sindaco nei prossimi giorni. In caso contrario credo che sarà necessario protestare uniti, senza alcuna divisione politica; maggioranza e opposizione montignosine su questo tema dovranno esser coese, nell’interesse di tutti gli abitanti. >>. Cella continua :<< Occorre responsabilizzare di più chi ci amministra. Per questo la ricetta della Lega Nord è di trattenere i soldi delle nostre tasse sul territorio. Chi sarà capace di gestirli, avrà tutti gli onori del caso; ma sarà anche l’unico responsabile dei propri errori. Cosa che adesso è inesistente, dato che i contributi vengono in gran parte gestiti da Roma, lasciando un’autonomia pressochè nulla ai Comuni e permettendo uno scaricabarile infinito tra Enti Locali che ha stufato tutti. Emblematici della situazione i continui “bracci di ferro” tra amministrazioni comunali, provinciali e regionali, che per assurdo in Toscana fanno capo ad un solo partito! Il PD, seppur egemone, non riesce ad andar d’accordo nemmeno con se stesso. >>.

Sulla questione chiosa il Segretario Comunale del carroccio di Massa Carrara e Montignoso, Guido Mottini :<< Sui giornali in questi giorni non si leggono altro che promesse dai candidati alle comunali di Massa; speriamo che chi ci amministrerà si ricorderà degli impegni presi! In special modo i nostri alluvionati sono stufi di chiacchiere, esigono provvedimenti urgenti ed efficienti e non potrebbero tollerare ulteriori prese in giro; nel frattempo il ponte semi-crollato di Ricortola, tanto per fare un esempio, è ancora chiuso e non si ha alcuna garanzia sull’avanzamento o il termine previsto dei lavori >>.