Esposto alla Questura contro il camper elettorale di Comunisti e Verdi

Esposto alla Questura contro il camper elettorale di Comunisti e Verdi

Questa mattina, Andrea Barabotti, segretario comunale di Massa e Montignoso della Lega Nord Toscana, ha presentato un esposto alla Questura di Massa-Carrara per denunciare la permanenza in piazza Matteotti, da diversi giorni e in palese divieto di sosta, di un camper tappezzato con manifesti di propaganda elettorale riconducibili a Rifondazione e Verdi. Tale circostanza vìola sia il Codice della strada, sia le norme sulla par condicio.
«Secondo le norme di legge sulla par condicio – spiega Barabotti – quel camper non potrebbe sostare per più di cinque minuti in un’area pubblica. I vigili urbani, da noi interpellati, hanno riferito che sono già intervenuti a fronte di diverse segnalazioni, tuttavia i responsabili della custodia del mezzo pare abbiano mostrato loro un’autorizzazione a occupare quella porzione di suolo pubblico valida dal 16 a 30 marzo. E’ possibile, ci chiediamo, che il Comune abbia rilasciato una simile autorizzazione per un mezzo di propaganda politica, che deve rispondere alla legge sulla par condicio ben prima che alle norme sull’occupazione del suolo pubblico? Ciò significa che anche la Lega Nord, o qualunque altro soggetto politico, potrebbe chiedere analoga autorizzazione a parcheggiare un proprio mezzo, in piazza e in divieto di sosta, magari fino al 31 dicembre, solo con una richiesta di occupazione di suolo pubblico? Oppure, più semplicemente, è questa una dimostrazione, l’ennesima, dell’arroganza della sinistra che amministra malamente la città di Massa?»
Segreteria Provinciale Lega Nord
Massa Carrara Lunigiana