Cinquale in ginocchio: l’Amministrazione provveda con urgenza

Cinquale in ginocchio: l’Amministrazione provveda con urgenza

Dopo il recente divieto di balneazione che riguarda il solo litorale Montignosino, il consigliere comunale della Lega Nord Andrea Cella chiede interventi urgenti per risollevare la stagione turistica: “Il divieto è solo la punta dell’iceberg che sta congelando il turismo a Cinquale. Da mesi i cittadini ed i turisti si lamentano per la gestione della raccolta del verde, in evidente affanno; i cassonetti dell’immondizia spesso tracimano; i parchi e le aiuole mancano di manutenzione, basta fare un giro dietro piazza Maccari e piazza De Andrè per vederne lo stato di abbandono; l’illuminazione pubblica va a singhiozzi, il parco dietro piazza Maccari risulta al buio tutte le notti, ultimamente in via Grillotti le luci sembrano funzionare magicamente solo il sabato; se ci si aggiunge il maltempo e il divieto di balneazione, si completa un quadro disastroso. Ad Aprile cercai di porre all’attenzione del Consiglio Comunale lo stato di degrado dei parchi del Cinquale con una mozione, che non fu nemmeno accettata perchè mi fu risposto che la questione era ben chiara all’Amministrazione, che avrebbe provveduto per tempo per non rovinare la stagione estiva. Ad oggi, non mi sembra affatto che le cose stiano così. Ricordo che ai turisti viene chiesta la tassa di soggiorno, e i residenti pagano tasse sempre più salate su servizi indivisibili (TASI) e gestione dei rifiuti (TARI). Dato che anche quest’anno è mancata una pianificazione, si provveda almeno urgentemente a realizzare quei lavori che diano un po’ di decoro al nostro territorio. Parallelamente, si apra un confronto rapidissimo con i comuni limitrofi di Forte dei Marmi e Pietrasanta, per approntare misure urgenti di risanamento delle acque del fiume Versilia, a questo punto il principale indiziato dei valori anomali riscontrati dall’ARPAT della Provincia di Massa Carrara.”