Cermec e ErreErre, quale futuro?

Cermec e ErreErre, quale futuro?

di Cesare Micheloni Capogruppo LN Provincia
In questi giorni si fa un gran parlare del colossale debito di Cemec S.p.A, della conseguente indagine aperta dalla procura di Massa-Carrara, e della mancata approvazione del bilancio 2009 della sua “emanazione” ErreErre.
Stabilito che la Provincia di Massa-Carrara nella azienda partecipata Cermec, riveste un duplice ruolo di controllore e controllata, inoltre, tramite tale partecipazione, risulta essere presente anche nel capitale sociale di ErreErre.

In ragione di quanto sopra esposto.

INTERROGO PER SAPERE

A quanto ammonta il debito di Cermec S.p.A.

Se l’amministrazione provinciale è a conoscenza dei motivi che hanno spinto la magistratura ad aprire un fascicolo a carica di Cermec.

Se è intenzione della Provincia di Massa-Carrara aderire ad una eventuale (e molto probabile)
ricapitalizzazione della società CERMEC S.p.A.

Quali sono i motivi che hanno determinato l’improvviso cambiamento dei componenti dei consigli di amministrazione della società in oggetto.

Se l’impianto ErreErre è in funzione, e a quale regime di produzione.

Se l’amministrazione provinciale è a conoscenza del fatto che Delca S.p.A. (ovvero il socio privato in ErreErre, nonché da svariati anni fornitore di servizi e maggior creditore di Cermec) è stata recentemente citata in una interrogazione parlamentare sullo smaltimento illegale di rifiuti; l’interrogazione dell’Onorevole Elisabetta Zamparutti cita un’inchiesta del giornale
on-line Italia Terra Nostra dal titolo “Puglia: Ecomafia a tutto spiano”, nella quale emerge anche uno stralcio di un verbale di interrogatorio di un collaboratore di giustizia che fa il nome della Delca di Del Carlo di Capannori (LU).

Se l’amministrazione provinciale condivide l’intenzione del Sindaco di Massa,ovvero, di voler fare a meno del socio privato di Cermec dentro ErreErre.

In attesa di risposta scritta porgo cordiali saluti.